La cattiva coscienza ha prevalso.

Il presunto autore del furto del borsone di Jani Lajunen, avvenuto martedì scorso a Biasca dopo la partita amichevole tra i Ticino Rockets e il Lugano, ha messo fine alla sua stupida bravata.

Il borsone con il materiale di gioco personale dell’attaccante finlandese e soprattutto tutti i pattini in sua dotazione è stato infatti trovato questa mattina presto davanti al palazzo di Via Chiosso 7 a Porza dove hanno sede gli uffici dell’Hockey Club Lugano.

Il no. 24 potrà pertanto scendere regolarmente in pista questa sera alla Resega contro gli ZSC Lions: inizio della gara alle ore 19.45 con entrata gratuita.