Il giorno successivo la sconfitta per 3-2 nel primo impegno di CHL contro i cechi del Plzen rappresenta per la truppa bianconera anche la vigilia della seconda sfida del girone prevista per sabato in terra slovacca contro il Banska Bystrica con inizio alle ore 19.00.

Dal punto di vista logistico tutto sta andando nel migliore dei modi. Ripartiti da Plzen, Bürgler e compagni sono giunti come da programma in albergo a Brno attorno alla una di notte. Colazione alle 9.00, pranzo alle 12.00 e tra le 14.00 e le 15.00 allenamento sul ghiaccio dell’arena di Brno.

Ireland è parso piuttosto soddisfatto della seduta cui non ha partecipato Stefan Ulmer dopo la violenta discata sul casco di cui è stato sfortunato protagonista durante un’azione di boxplay nel primo periodo. Una decisione circa il suo impiego contro il Banska sarà presa solo domani.

Domani la squadra non avrà ghiaccio a disposizione per un vero riscaldamento e ci si accontenterà pertanto di un warm-up in palestra prima del pranzo e della partenza alla volta della Slovacchia verso le 13.00.

Dopo la gara immediato trasferimento con il torpedone fino a Vienna con arrivo nella capitale austriaca che dovrebbe aggirarsi attorno alle due di notte. Il volo di rientro è fissato per le ore 15.20 di domenica.

Sul piano sportivo c’è la voglia e la necessità di un riscatto. Il Banska Bystrica si è inchinato nettamente (6-1) ai detentori della CHL dell’Jyväskylä con questi ultimi che hanno destato un’ottima impressione.

Per superare il turno ci vorrà insomma un Lugano più pimpante e più cattivo.