tutte le news
12.04.2017

Il cielo di Ireland splende su Lugano

L’Hockey Club Lugano comunica di aver sottoscritto un contratto biennale per il ruolo di head coach della prima squadra con Greg Ireland. Il tecnico canadese (classe 1965) potrà contare come sinora sul finlandese Jussi Silander (classe 1972) nella funzione di assistente allenatore.

Con le loro scelte e il loro operato durante la regular season e i playoff e nell’ambito degli approfonditi colloqui di questi giorni, Ireland e Silander hanno dimostrato di sposare appieno la filosofia del Club, condivisa dal Consiglio d’Amministrazione e dalla direzione sportiva dell’HCL.
Ireland e Silander hanno in particolar modo saputo coniugare la ricerca e il conseguimento del risultato sportivo con la definizione onesta e leale di ruoli e responsabilità per ogni singolo elemento e con l’integrazione e la costante fiducia nei giocatori più giovani.

Entrambi con un significativo background di formatori in Canada rispettivamente in Finlandia, hanno inoltre evidenziato in questi mesi una forte identificazione con l’intera organizzazione dell’Hockey Club Lugano, incluse le realtà della Sezione Giovanile e del suo staff di allenatori e dei Ticino Rockets.

Il duo Ireland-Silander aveva assunto le redini della prima squadra bianconera lo scorso 16 gennaio 2017, pilotando Chiesa e compagni in un crescendo di prestazioni fino alla disputa della semifinale dei playoff.

Queste le prime parole del presidente Vicky Mantegazza:

Sono particolarmente felice di continuare la nostra avventura con Greg e Jussi che hanno lavorato molto bene in questi mesi. Sin da subito hanno dimostrato di condividere gli obiettivi della nostra politica sportiva. Apprezzo specialmente la serenità, la tranquillità e la positività che Greg riesce a trasmettere alla squadra e a tutto l’ambiente”.

Così si è invece espresso Greg Ireland:

“Sono entusiasta per la possibilità di proseguire sulla strada che abbiamo imboccato nei mesi scorsi. Il gruppo ha fatto progressi importanti e tutti insieme vogliamo creare una squadra che sappia lottare duramente in ogni partita. Sono anche contento di proseguire la stretta collaborazione con Jussi e tutto lo staff perché abbiamo una visione comune di cosa serve per migliorare ulteriormente”.


indietro